Giubbotto Salvavita Catarifrangente: oltre il danno la beffa, sanzioni fino a €169 se non lo indossi


Il Codice della Strada impone a tutti di tenere a bordo del proprio mezzo una serie di strumenti ed accessori utili a tutelare la loro sicurezza e quella degli altri. Approfondiamone oggi uno in particolare: il giubbotto salvavita.


Tanti autisti con la macchina in avaria si sono trovati a dover pagare anche una multa di decine di euro, solo per non aver indossato un giubbetto del costo di pochi euro. Oltre il danno la beffa, come si dice, ma se non vuoi trovarti nella loro stessa situazione loro ti basterà leggere questo breve articolo.

Certificato di Proprietà e Libretto di Circolazione in un unico documento, parte il 1° luglio la novità che farà risparmiare circa €39


Dal 1° luglio i certificati di proprietà ed i libretti di circolazione di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi inizieranno ad essere unificati all’interno di un unico documento, come indicato nel decreto approvato lo scorso maggio 2017 dall’ormai ex Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione nel Governo Renzi


Tra i tanti documenti legati ai veicoli, ed obbligatori per chi li possiede, due in particolare sono quelli più noti ed importanti: il certificato di proprietà, utile ad attestare lo stato giuridico del veicolo e di competenza dell’ACI, ed il libretto di circolazione, di competenza della Motorizzazione Civile e dedicato ad assolvere alla funzione di attestare l'idoneità alla circolazione del veicolo. Presto questi due documenti saranno uniti in un unico documento di circolazione.

Perché è importante la Guida Sicura? Scopriamolo attraverso le storie di Mauro e Valerio che si sono realmente trovati faccia a faccia con i rischi della guida


Mauro e Valerio si sono trovati di fronte ad un pericolo mentre stavano guidano, salvandosi per istinto e soprattutto fortuna. Ma non sempre fortuna ed istinto possono aiutare. Leggi le loro esperienze.


Un conto è imparare a guidare un altro è saper reagire ai pericoli, lo si spiega sempre nei corsi di guida sicura ma lo si comprende veramente solo quando ci si ritrova davanti al pericolo. Leggi i racconti delle esperienze di Mauro e Valerio, due ragazzi si sono trovati in difficoltà mentre erano alla guida e si sono salvati per fortuna.

Primo viaggio in camper, con la patente C1 non professionale puoi guidare già a 18 anni camper fino alle 7,5 tonnellate


Viaggiare in camper è un’esperienza entusiasmante che richiede una tipologia precisa di patente: la C1 non professionale, che con un esame informatizzato di 10 quiz ed un esame pratico ti consente di guidare camper fino a 7,5 tonnellate già a 18 anni.


Se questa estate hai deciso di provare l’esperienza di una vacanza in camper preparati a scoprire un nuovo stile di viaggio, molto diverso da quello a cui sei abituato, ma allo stesso tempo molto entusiasmante, avventuroso e, perché no, anche conveniente. In questo articolo abbiamo raccolto per te una serie di consigli ed accessori utili, che ti suggeriamo di prendere in considerazione per vivere al meglio il tuo primo viaggio in camper!

VIDEO – Animali domestici in auto, come trasportali in modo sicuro


Con l’arrivo del caldo portare con se il proprio cane è sicuramente una scelta più frequente, ma per la sua sicurezza e quella propria è bene osservare una serie di regole: scopriamo quali sono e le conseguenze che si rischiano decidendo di non seguirle.


Vivere a pieno il proprio animale domestico è un piacere, per questo capita a volte di portarlo in auto negli spostamenti più lunghi. La scena del cane con il muso fuori dal finestrino fa sorridere un po’ tutti, ma simpatia a parte vanno considerate delle condizioni di sicurezza fondamentali, per salvaguardare l’animale e se stessi.

Cornetti, amuleti e santini: quanto sono superstiziosi gli italiani alla guida?


La superstizione in Italia è viva e vegeta, lo dimostra un sondaggio in cui il 60% degli intervistati ha ammesso di credere con convinzione alle scaramanzie quando si trova al volante, mentre l’1,7% non si metterebbe mai alla guida senza il proprio portafortuna.


Coccinelle, quadrifogli, foto dei propri cari, folletti, gadget della propria squadra del cuore: in Italia tanti automobilisti credono molto nella superstizione, affrontando con più tranquillità la strada se in compagnia dei propri portafortuna. Lo conferma un simpatico studio condotto da chiarezza.it, un portale online di confronto tra polizze assicurative.

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni